Come organizzare un fantastico gender reveal party

gender-reveal-party-consigli
Photo by Vidal Balielo Jr. from Pexels

Maschietto o femminuccia?

Ce lo chiedono tutti, sorridendo davanti al nostro pancione, e finalmente è arrivato il momento di dare a parenti e amici la notizia che aspettavano. Ma come fare?

Ecco un modo nuovo che arriva (come sempre) dall’America, ma che ormai sta spopolando in tutto il mondo. Ha un nome accattivante e rappresenta l’occasione giusta per festeggiare insieme ai nostri cari. Benvenute al Gender Reveal Party.

Che cos’è il gender reveal party?

Si tratta di una vera e propria festa organizzata dai futuri genitori in dolce attesa, per rivelare ad amici e parenti il sesso del bambino. In realtà, nei casi più divertenti, sono proprio i futuri genitori a non conoscere il sesso del loro piccolino. C’è chi lo organizza al quarto mese, chi al quinto, chi più avanti ancora: l’importante è festeggiare tutti insieme.

Vediamo per bene come funziona il gender reveal party.

Ecco come nasce il gende reveal party.

Tutto è cominciato quando, una decina di anni fa, la famosa blogger americana Jenna Karvunidis ha raccontato della festa organizzata in giardino per rivelare a tutti il sesso della bambina che portava in grembo: una torta con la glassa rosa ha scatenato la moda più cool per le neo mamme di tutto il mondo.

In Italia è arrivato un po’ più tardi, ma decine di personaggi famosi hanno accolto la sfida e cercato il modo più originale per comunicare a tutti la notizia: c’è chi ha pensato a fontane colorate, chi a torte giganti e chi ha perfino noleggiato un aereo.

Gender reveal party vs Shower party.

Se ogni occasione è buona per festeggiare, non dobbiamo confondere le due feste che arrivano dagli Stati Uniti: la prima serve per rivelare il sesso del bambino, la seconda arriva un po’ più tardi, intorno all’ottavo mese, e di solito comprende soltanto invitate di sesso femminile che sommergono di piccoli regalini la futura mamma.

 

Come organizzare un gender reveal party indimenticabile.

Prima regola: tenere a freno la curiosità. Se il bello è far conoscere a tutti il sesso del nascituro, le cose si fanno ancora più interessanti se lo scopriamo anche noi durante il party e ci affidiamo a una persona di fiducia per l’organizzazione della festa. Il modo migliore è chiedere i risultati dell’ecografia in busta chiusa e consegnarla al nostro complice - senza sbirciare! Non è facile, ma ne vale la pena.

Il tema del nostro gender reveal party.

Ogni party che si rispetti a un tema preciso: il più classico è “Maschio o Femmina?”- coreografie azzurre e rosa – ma possiamo sbizzarrirci, per esempio con tanti Baby Animals colorati. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Principe o Principessa?
  • Calciatore o ballerina?
  • Elfo o Fatina?
  • Pesciolino o Sirenetta?
  • Ken o Barbie?
  • Fred o Ginger?

In ultimo, dobbiamo trovare un modo originale per svelare il sesso del nascituro: fontane colorate, torte farcite di rosa o di azzurro, fumogeni, cupcakes, esplosioni di palloncini o coriandoli, scatole misteriose, pentolaccia, luci multicolore, puzzle da comporre e tutto ciò che la nostra fantasia – possiamo proprio dirlo – è in grado di partorire!