Irritazione da ciuccio: cause e rimedi

Il ciuccio è il miglior amico del nostro bambino, ma in certi casi anche il nostro, soprattutto durante i primi mesi dopo il parto. Il ciuccio, o succhiotto, funziona come una bacchetta magica, è in grado di calmare il nostro piccolino e di accompagnarlo nel sonno, stimolando il riflesso naturale della suzione.

 

La dura vita del neonato.
A prima vista, nascere e crescere sembrano cose semplici: non bisogna fare altro che mangiare e dormire, piangere un po’ e restare appiccicati alla mamma. Detta così può sembrare una pacchia, ma la vita del neonato è veramente dura: immaginiamo di essere catapultati fuori da una dimensione calda e protetta, come il pancione, e di aprire gli occhi in un mondo sconosciuto e per certi versi ostile, gigantesco rispetto a noi, dove fa freddo e fa caldo, esistono un sacco di cose pericolose e dobbiamo imparare tutto, da cosa mangiare a come dormire. Per fortuna, però, abbiamo con noi il nostro fedele ciuccio.

 

Irritazione da ciuccio.
L’irritazione da ciuccio non è altro che un’infiammazione della pelle, una comune forma di dermatite (qui parliamo della dermatite da pannolino), e può avvenire per cause diverse e manifestarsi in diversi modi. Uno dei più comuni, osservabili facilmente, è dato da piccole zone arrossate intorno alla bocca, causate da un ristagno di saliva, che creano bruciore o fastidio al nostro bambino.
 
Le cause dell’irritazione da ciuccio.
Come abbiamo detto, le cause dell’irritazione possono essere molteplici:
  • Materiale del ciuccio di bassa qualità, con conseguente irritazione per contatto.
  • Dimensioni del ciuccio troppo grandi, che causano un ristagno di saliva e quindi un’infiammazione.
  • Condizioni igieniche del ciuccio non ottimali.
  • Utilizzo non adeguato o troppo prolungato del ciuccio.
 
Assicuriamoci dunque che la taglia del ciuccio sia quella giusta, scegliamo brand di cui ci fidiamo, che utilizzano materiali certificati di alta qualità (come il nostro cotone organico, nel caso dei lenzuoli per la culla), infine sterilizziamo il ciuccio ogni volta che possiamo, stando attente a non darlo al bambino se è caduto a terra o se è stato poggiato su una superficie non salubre. Evitiamo anche un utilizzo troppo prolungato del ciuccio: i pediatri consigliano di offrire il succhiotto al bambino soltanto in alcuni momenti durante la giornata, e in ogni caso di toglierlo prima dei due anni di vita.

 

Scegliere un ciuccio di qualità.
Il nostro piccolino tiene il ciuccio in bocca spesso, come tutti i bambini della sua età, quindi va da sé che non possiamo risparmiare su questo oggetto, ma al contrario dobbiamo scegliere un prodotto di alta qualità, morbido perché richiami la consistenza del capezzolo materno, ortodontico per uno sviluppo corretto del cavo orale, privo di sostanze nocive e bisfenolo (BPA-free), meglio se anche traspirante e resistente ai morsi.

 

In linea generale, per i primi mesi di vita del nostro bambino dobbiamo preferire sempre prodotti di qualità, sia come forma che come materiale, perché la sua pelle e la sua salute sono molto delicate. Ecco perché Flyideas sceglie soltanto cotone organico certificato per realizzare le lenzuola per la culla e per il lettino, controllando ogni fase della produzione. Scopri tutti i nostri prodotti made in Europe sul sito Flyideas.eu.