4 consigli per scegliere la culla per il neonato

La culla è la prima tana del nostro cucciolo. Nella culla il nostro bambino si sente protetto, gioca, sogna e si riposa. La culla dev’essere prima di tutto comoda e sicura per il bambino, ma anche bella e adatta allo spazio che abbiamo a disposizione.

Vediamo quali sono le 5 caratteristiche da tenere a mente quando ci troviamo a scegliere la culla o il lettino per il nostro bebè in arrivo.

 

  1. Sicurezza prima di tutto.

Quando parliamo di neonati, la sicurezza è sempre il primo fattore da considerare, soprattutto nella culla e durante il sonno, per scongiurare ogni possibile rischio di SIDS (sindrome della morte in culla), che tra i bambini nati sani è la prima causa di morte nel primo anno di vita.

Sempre in tema di sicurezza, come da normative europee, esistono dei dettami precisi per le culle e per i lettini:

  • Le sponde devono misurare almeno 60 cm in altezza, così il neonato non riuscirà a scavalcare. Quando sono abbassate, invece, l’altezza consentita è di massimo 20 cm, così il nostro bambino, quando sarà cresciuto, potrà andare a dormire da solo.
  • La distanza massima consentita tra le sbarre è di 7,5 cm, perché il neonato non possa incastrare la testa.
  • Esistono infine degli standard tecnici di robustezza e forma, tra i quali l’assenza di spigoli.

 

  1. Tante culle: quale scegliere?
Online e nei negozi fisici possiamo trovare tantissimi modelli di culla, da quelle più tradizionali in vimini o in legno, fino a quelle moderne in tessuto traspirante, le cosiddette culle co-sleeping come la popolare Next2me della Chicco. Per quanto riguarda i prezzi, è difficile dare un’indicazione, perché variano dai 50€ ai 1.000€, ma con circa 100€, o anche meno, possiamo trovare modelli di ottima qualità che rispondono sia alle normative sulla sicurezza e conformità (EN1130 e EN716), sia alle certificazioni sui materiali.
 
Il consiglio che ci sentiamo di dare è di scegliere una culla semplice, senza tanti fronzoli e accessori: il nostro bambino deve riposare bene, senza distrazioni e senza oggetti che mettono a rischio la sua sicurezza. Unica concessione, una giostrina acchiappasogni posizionata in alto.
 
  1. Che lenzuola mettere nella culla?
Anche in questo caso, la parola d’ordine è qualità. Se parliamo di qualità dei tessuti, possiamo andare sul sicuro cercando la certificazione OEKO-TEX. Le lenzuola per la culla infatti dovrebbero sempre essere realizzate in cotone organico certificato, perché traspiranti e soprattutto prive di residui di lavorazione e sostanze chimiche, anallergici e atossici.
 
Evitiamo anche la biancheria con nastri o fiocchetti, molto pericolosi che potrebbero essere ingeriti e soffocare il nostro piccolo. Sempre per il rischio di soffocamento, è preferibile scegliere lenzuoli per la culla di misure adatte al materasso, quindi un lenzuolo sotto con gli angoli elastici che si rincalzi bene e resti ben ancorato (qui 4 consigli per scegliere le lenzuola della culla).

 

  1. Culla tradizionale o culla fianco letto?

Il dibattito tra i genitori, ma soprattutto tra gli esperti e i pediatri, è sempre caldo. Di solito, per i primi 4-6 mesi di vita del bambino, è importante che la culla dove dorme sia vicina al letto dei genitori, sia per far sentire il bebè al sicuro, sia per comodità della mamma. In quest’ottica, le culle fianco letto, o co-sleeping, rappresentano la soluzione ideale, perché sono regolabili in altezza e dotate di una sponda che si abbassa per combaciare perfettamente al materasso del lettone.

Per i genitori che prediligono il lettino fin da subito, invece, è bene utilizzare i riduttori e i paracolpi, per far sentire il bambino all’interno di un ambiente sicuro e protetto (fino a poche settimane prima ha vissuto nella pancia della mamma!) e per la sua sicurezza.

Per la nostra esperienza, personale e professionale, il dibattito sulle culle co-sleeping si risolve in modo molto semplice: la soluzione ottimale è quella che ogni genitore preferisce e con la quale si sente più a suo agio.

 

Una volta che abbiamo scelto la culla e il nome del nostro bambino, non ci resta altro che scegliere le lenzuola. E in questo noi di Flyideas siamo dei veri esperti: ecco qualche proposta: