Sembra una domanda un po’ strana, ma non lo è affatto, perché un bambino appena nato si nutre del latte materno (o latte artificiale, certo), ma a un certo punto, tra i mille dubbi che vengono spontanei ai neogenitori, tutti ci siamo chiesti quando dare l’acqua ai neonati.

 

Acqua neonati: il nostro bambino ha sete?

Partiamo dal fatto che il latte materno è un alimento completo: un neonato non ha bisogno di altro, per crescere sano e forte. Ecco perché, fintanto che allattiamo, nei primi mesi di vita non è necessario integrare i liquidi contenuti nel latte materno con l’acqua.

Non a caso, il latte materno non ha la stessa composizione all’inizio e alla fine della poppata: il primo latte che il bambino riceve quando si attacca al seno è più liquido, più acquoso, quindi meno ricco di grassi, ma piano piano diventa più denso e nutriente.

 

I neonati possono bere acqua nei primi mesi di vita?

A condizioni normali, i pediatri sconsigliano di far bere acqua ai neonati fino ai 6 mesi, per due ragioni: la prima è che l’acqua necessaria all’alimentazione è già contenuta nel latte materno, quindi rischiamo di indurre un senso di sazietà al nostro bambino; la seconda è che i reni del nostro piccolino lavorerebbero più del dovuto, affaticandosi in maniera innaturale ed eccessiva.

 

Come introdurre l’acqua nell’alimentazione di un neonato?

Quando cominciamo lo svezzamento, dal momento in cui il latte materno sarà integrato con altri alimenti più solidi, potremo cominciare a dare acqua ai neonati – a proposito, qui puoi trovare qualche consiglio utile per gli omogeneizzati fatti in casa. Questo di norma avviene dopo il sesto mese di vita del bambino. Iniziamo con un biberon, per abituarlo ad usare il bicchiere in modo graduale, nel tempo, e a renderlo così indipendente. La cosa più importante è introdurre l’acqua piano piano e in piccole dosi: le prime volte, per esempio, bastano un paio di cucchiai da minestra

 

Quale acqua dare ai neonati?

Abbiamo visto tante volte al supermercato le bottiglie d’acqua per i più piccoli: ecco, è arrivato il momento di acquistarle! Meglio sicuramente evitare l’acqua del rubinetto: per quanto possa essere buona in alcune zone d’Italia, pur essendo potabile e batteriologicamente pure all’origine, spesso le tubazione che dall’acquedotto conducono l’acqua a casa nostra non sono in ottimo stato – per non dire di peggio. Possiamo trovare l’acqua per i neonati anche in farmacia, oppure sceglierne direttamente una con un residuo fisso molto basso.

 

Acqua ai neonati in estate: sì o no?

Anche in estate vale lo stesso discorso che abbiamo fatto fino ad ora: fino ai sei mesi di vita, meglio evitare di dare acqua ai neonati. Se è vero che duranti i mesi estivi dobbiamo fare molta attenzione all’equilibrio idrosalino dei più piccoli, quindi mantenere costante e in equilibrio eliminazione e introduzione di acqua nel loro organismo, la composizione del latte materno è perfettamente bilanciata tra liquidi e nutrienti. Nel caso, il nostro bambino sentirà il bisogno di una rapida poppata in più per introdurre liquidi.

 

Allora, i neonati possono bere acqua?

No, non possiamo dare acqua ai neonati: può essere dannoso ed è senz’altro inutile, perché il loro bisogno di liquidi è già soddisfatto dal latte materno. Quando dare acqua ai neonati? Dopo i primi sei mesi di vita, quando ci renderemo conto che i nostri cuccioli crescono più velocemente di quanto immaginiamo.

 

Eh sì, se il nostro piccolino inizia a bere l’acqua, vuol dire che sta diventando grande! Tra poco infatti dovremo passare dalla culla al lettino e cambiare le lenzuola con un paio più grandi… Hai dato un’occhiata ai set di lenzuola per il lettino Flyideas?